Berlino, quando c'era il muro
18 Set 2019

rotary_baradello_19_pifferi

 

RIUNIONE DEL 18 SETTEMBRE 2019


Un pezzo di storia nelle immagini di Enzo Pifferi


Nell'immagine: Enzo Pifferi con Michele Pierpaoli



”Era la notte del 12 agosto 1961, ero davanti alla telescrivente, quando è stata battuta la notizia. Fragorosa, dirompente, inaspettata. Le guardie stesse sono rimaste allibite…in poche ore si sono cancellati trent’anni di tragedie e di morti violente.” Esordisce così l’amico Enzo Pifferi, editore e fotografo ormai internazionale.

Il muro fu eretto rapidamente, adoperando – inizialmente - 155km di filo spinato, delimitando e separando le due zone di Berlino. I mezzi di trasporto vennero bloccati. Nessuno fu autorizzato a passare da una parte all’altra.

Successivamente venne costruito un muro in mattoni e cemento e molte famiglie, le cui case erano ubicate lungo il confine, furono sfrattate dalla sera alla mattina, senza preavviso. Con il passare degli anni il muro si trasformò in una vera e propria parete di cemento, alta 4 metri, armata all’interno con cavi di ferro.

Tra il primo muro (in filo spinato) e il secondo definitivo in cemento armato, venne a formarsi la cosiddetta “striscia della morte”. Consisteva in una lingua di terra delimitante i due muri in cemento armato che formavano la barriera che divideva Berlino Est e Ovest, ininterrottamente presidiata da veicoli militari con armi automatiche, unità cinofile e torrette di vigilanza. Tale presidio fu costantemente rinforzato per contrastare ogni tentativo di fuga.

Dal 1961 al 1989, più di 5mila persone tentarono di scavalcare la barriera; 3 mila furono arrestate ed imprigionate e circa 140 morirono.

Nel museo del muro, denominato “Checkpoint Charlie”, esiste una sconvolgente antologia di storie ed aneddoti che descrivono i metodi e gli stratagemmi escogitati dai transfughi nel corso degli anni.

La relazione di Enzo è arricchita da una raccolta di spettacolari reperti fotografici, che documentano tutto. Per esempio: l’avvento al potere di Hitler (1930), il Congresso di Berlino (1938), quello che rimane della parata militare alla presenza del Duce (1937), Berlino distrutta a fine guerra (1945), Processo di Norinberga contro i criminali nazisti (1945) e tanti altri.

Grazie Enzo per il tuffo nel passato!

Nicoletta Nessi

 

Prossimo Evento


Calendario Eventi


«   Ottobre 2019   »
lumamegivesado
 1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
   

Area Riservata



Bollettini

Segreteria

Lun - Mer - Ven
dalle 9.00 alle 12.00

Rossella Tondù
Tel. 031 264656
segreteria@rotarycomobaradello.it

Riunioni del Club


Tutti i mercoledì non festivi
ore 12:30


Ristorante Antica Darsena
Palace Hotel


Lungo Lario Trieste 16
22100 Como


tel. +39 03123391
fax +39 031303170


Nel caso di riunione effettuata in giorno o ora diversi, l'accoglienza ad eventuali ospiti è garantita dalla presenza di un socio, delegato dal Consiglio.