Il passaggio di consegne
26 Giu 2019

rotary_baradello_19_passaggio1

RIUNIONE DEL 26 GIUGNO 2019


Michele Pierpaoli subentra ad Angela Corengia


Nell'immagine: Michele Pierpaoli e Angela Corengia


Cena organizzata dal nostro Enzo Pomentale: una garanzia. Siamo sotto il platano del ristorante Grillo di Intimiano, in una serata calda ma, per fortuna, senza le paventate zanzare.

Dopo il dessert molto apprezzato e ormai alla luce solo di una piccola lampada da tavolo, Angela esordisce con un “siamo al capolinea!”

Nel ricordare il proprio programma, che prendeva spunto dal motto del presidente del R.I. Barry Rassin “be the inspiration”, ammette di non essere riuscita a “edificare un Rotary più forte”, come richiesto dai “capi”: abbiamo perso otto soci e ne abbiamo ammessi tre, oltre a Mariangela Ferradini che si trasferisce dall’Appiano. E non ha introdotto novità, anche questo obiettivo più volte richiesto per “adeguare il Rotary ai tempi”: dal questionario trasmesso a tutti i soci è emerso che il club va bene così com’è.

Diverso è il tema della presenza nella Comunità: i progetti dell’anno – già riassunti in occasione della serata al Baradello – dovrebbero aver “cambiato la vita” ai ragazzi che abbiamo sostenuto. Inoltre alcuni soci sono esempi del “servire al di sopra di interessi personali”, ricoprendo incarichi importanti per la Comunità (Manoukian in Confindustria, Pierpaoli all’Ordine degli Architetti, Gelpi all’ACI, Bocchietti alla Società dei Palchettisti e all’Associazione della proprietà edilizia, Aquilini al Museo della Seta, Laura Bordoli al Palio Baradello e Di Febo al FAI - nella speranza di averli ricordati tutti -, oltre a qualcuno impegnato nell’associazionismo e nel volontariato che in genere preferisce non essere nominato.

“Futuro-plurale” il tema dell’anno: il futuro nei giovani per cui sono stati attivati i progetti di informazione e prevenzione nelle scuole (alimentazione e alcolismo giovanile), nei ragazzi di Casa di Gino e in Adam che guardano avanti per un’autonomia e una vita dignitosa, in quelli di “Lavorare e Respirare” che stanno seguendo un percorso per entrare con grandi possibilità nel mondo del lavoro. E tutto il sostegno ai giovani del Rotaract Como, alle iniziative ormai consolidate del RYLA, RYE, YOUNG, Gavioli, torneo Luraschi, Trekking Camp.

“Plurale” per rafforzare le possibilità:

-       “fare con”: il Distretto (progetto Winter School), il GLI (cultura e alimentazione), il Gruppo Lario (Museo della seta, Camminata “End Polio now”) e tutto quanto condiviso con il RC Como (conviviali, ma anche la destinazione del fondo pro-handicappati).

-       “Fare per”: le Associazioni che abbiamo sostenuto (Incroci, che con Suor Maria gestisce la mensa Gianelliana – entrambi insigniti della PHF -, la Casa Vincenziana, la Casa di Gino, Il Sorriso), ma anche per la Comunità con il progetto dell’attraversamento pedonale e i club gemelli con cui attivare un service. Ancora: la Rotary Foundation (un grande grazie al nostro rappresentante Giovanni Agterberg), cui abbiamo destinato parte della quota annuale e devoluto l’introito della “Camminata Piazza Cavour-Grumello” e i Lions, con cui condividiamo il progetto “Elisa” e abbiamo sostenuto “Como Blues” per i senza fissa dimora.

Alcuni eventi importanti: i viaggi in Israele e a Praga, il torneo di tennis, il docu-film citato Como Blues e Paola Dubini per la presentazione del libro “Con la cultura non si mangia – Falso!”, entrambi in biblioteca, aperti alla Città. Angela è particolarmente lieta del “recupero” del premio professionalità, da qualche anno dimenticato, attribuito al professor Alberto Conti.

Con i soci l’informazione è stata costante, attraverso una news letter mensile. Un discreto numero di soci, ai quali viene chiesto di indicare le ore dedicate all’attività rotariana (c’è stato, a livello internazionale, il tentativo di sostituire l’assiduità con l’attività, non ancora passato), si è impegnato nelle iniziative del club: Gianna Ratti e Nicoletta Nessi (ad entrambe Dotti ha conferito la PHF distrettuale), Agterberg, Aquilini, Caminiti, Colombo, Corti, Di Francesco, Dotti (come Governatore), Gelpi, Lazzarini, Longatti, Pierpaoli, Mantero, Paterlini, Pellegatta, Pierpaoli, Pini e Filippo Santambrogio, oltre a Majocchi e Manoukian che sono stati coinvolti in progetti per la Questura.

Un grazie particolare ai soci relatori: Minghetti, Panini, Collina, Cattaneo, Aquilini, Bocchietti, Pomentale, Moschioni, Pierpaoli, Lazzarini, Laura Bordoli, Longatti.

Abbiamo avuto ospiti importanti (i Prefetti Corda e Coccia, l’attore Branciaroli, Paola Dubini, ma anche i “senza fissa dimora” che abbiamo conosciuto in occasione di Como Blues) e intriganti conviviali con temi particolari (la seta per ricostruire i tessuti umani, la musica per affrancare la disabilità, le “Donne cancellate” dell’ex Manicomio, la casa editrice Carthusia ed altre): un anno corso via velocemente.

rotary_baradello_19-passaggiocamilloI ringraziamenti finali di rito: a Carlo Cattaneo, team leader del GLario, ad Alberto Polli del RC Como, a Valentina Musolino del Rotaract Como e agli “interni”, partendo dalla segretaria Rossella e citando poi tutti i membri del consiglio, con una menzione particolare per il vice Pomentale, il segretario Pessina e il tesoriere Zappa.

Un grande grazie poi a Camillo Vittani, per il suo insostituibile apporto per il bollettino e a Federico Mantero, sempre vicino e disponibile, una “sicurezza”. Angela desidera poi fare un omaggio particolare – una piccola pianta di olivo – ad Ave Rossi: ha accettato di fare il prefetto, impegnandosi con grande spirito di servizio, pur essendo entrata nel club a gennaio 2018: buon sangue rotariano non mente! rotary_baradello_19_passaggiomantero

Poi, in una suggestiva penombra che però complica la già difficoltosa operazione, la “spillatura” reciproca dei due presidenti e il passaggio del collare a Michele Pierpaoli, con una certa emozione, da parte di Angela, nel ricordare il papà Peppo.

rotary_baradello_19_passaggio2

Emozione condivisa da Michele che ricorda di stare indossando un collare che rappresenta la storia di un Club che tanto ha fatto per il territorio, una storia rappresentata da 43 Presidenti di cui Michele desidera ricordare la stima che a loro dobbiamo. Onorato di indossare questo collare ringrazia i soci che hanno ritenuto di nominarlo Presidente e il Consiglio che ha accettato di affiancarlo. Ma soprattutto tutto il Club per ciò che ha fatto negli anni e saprà ancora fare. “Il passaggio di consegne” dice Michele nel ringraziare Angela e il suo Direttivo, “è una festa, che perpetua ancora una volta la continuità del Club, tra la sua identità e la capacità di modificarsi nel tempo”. Ma questo sarà parte del tema di programma che presenterà alla prossima conviviale.

Buon anno Michele!

Angela Corengia

 

Prossimo Evento


Calendario Eventi


«   Ottobre 2019   »
lumamegivesado
 1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
   

Area Riservata



Bollettini

Segreteria

Lun - Mer - Ven
dalle 9.00 alle 12.00

Rossella Tondù
Tel. 031 264656
segreteria@rotarycomobaradello.it

Riunioni del Club


Tutti i mercoledì non festivi
ore 12:30


Ristorante Antica Darsena
Palace Hotel


Lungo Lario Trieste 16
22100 Como


tel. +39 03123391
fax +39 031303170


Nel caso di riunione effettuata in giorno o ora diversi, l'accoglienza ad eventuali ospiti è garantita dalla presenza di un socio, delegato dal Consiglio.