“Work together and give hope!.. quando uno slogan diventa realtà.”
07 Giu 2017

 

rotary_baradello_17_difrancesco

 

CONVIVIALE DEL 7 GIUGNO 2017


Andrea Di Francesco e il suo "Progetto Sorriso nel mondo"


Nell'immagine: Andrea Di Francesco, Fulvia Bianchi Longo, Sandra e Tullio Portone del R.C. Milano Monforte



Conosciamo il nuovo socio Andrea Di Francesco e il suo “Progetto Sorriso nel mondo”, che gli valse l’Ambrogino d’oro nel 2014.

Andrea lo considera parte integrante della sua vita: iniziò vent’anni fa con l’aiuto degli amici del R.C. Milano Monforte di cui faceva parte, rispondendo all’appello di Missionari Saveriani che operavano nel Bangladesh. In contesti di povertà assoluta la malformazione del viso è vista come una maledizione: la famiglia che ha un figlio con questa patologia è emarginata e spesso, per evitarlo, lo abbandona.

In vent’anni i medici volontari del Progetto hanno curato più di 13.000 persone e operato oltre 5.600 bimbi: non chirurgia estetica, ma dare un volto per poter affrontare la vita, un’occasione di riscatto. Negli anni sono state raggiunte altre zone geografiche in Africa e Centro America e istruiti colleghi del posto che possano operare autonomamente. Una didattica a doppio senso, perché gli Operatori italiani hanno recuperato una medicina che in Europa era ormai dimenticata, a causa delle tecnologie che hanno fatto perdere capacità. Cure, chirurgia, ma anche un progetto di educazione sanitaria, con nozioni di base; l’attività dei medici è anche un’occasione per occuparsi di problematiche sociali nei paesi d’intervento. Nasce così una grande casa che può ospitare 80 ragazzi senza famiglia (ormai sono alla terza generazione), con regole precise che impongono istruzione, no violenza e no droghe. Alfabetizzazione come forma di riscatto, attenzione per le categorie più deboli (donne, anziani ed etnie discriminate) con progetti collaterali di sostegno allo studio e campagne per il diritto all’infanzia delle bambine.

Grande attenzione all’eco-sostenibilità: tutto ciò che si utilizza deve poter essere smaltito con un inceneritore. La rete di chi offre prodotti e attrezzature è vasta, come quella degli Operatori che si impegnano a dedicare il loro tempo, spesso rinunciando alle vacanze, al progetto. Grazie alla Società italiana di Chirurgia perinatale, con l’Associazione Zero+ è stato attivato un progetto da 100.000 euro (Energia, informatizzazione, salute) per fornire energia con pannelli fotovoltaici a Uvira, in una zona del Congo con grandi criticità: le aziende fanno a gara per donare le attrezzature necessarie all’impianto, che fornirà energia al locale Ospedale che ospita anche aule informatiche e una scuola per ragazzi con sordità congenita.

Il mondo Rotary offre grandi opportunità e sinergie inaspettate: Fabrizio Maravita, socio del RC Milano Monforte – ora scomparso - che per primo sostenne il progetto, aiutò a diffondere la conoscenza del progetto e destinò ad esso tutte le sue risorse. Un altro amico del Monforte è presente questa sera con la moglie: Tullio Portone ricorda l’esaltante esperienza di sostegno al progetto di Andrea, per il quale riuscì a ottenere fondi distrettuali. “Tenetelo da conto.. è prezioso”, conclude.

Di Francesco è un fiume in piena di ricordi che suscitano grandi emozioni. Come la storia di Cabir, lasciato – meglio “lanciato” - dal padre nella porta d’ingresso dell’Ospedale. Fu adottato dalle mamme dei bimbi ricoverati; il fotografo Alberto Parolin ne aveva fatto il suo assistente ma Cabir si lasciò fotografare solo dopo l’intervento e l’immagine divenne simbolo del progetto. Quando la madre venne a riprenderlo, pianse nel rivederlo: “il mondo è un posto meraviglioso”, furono le sue parole. Un riconoscimento che lo inorgoglisce è quello del Governo del Burundi: “l’autorizzazione a vita per l’arte del guarire”, legato a un aneddoto di un’esperienza con i guerriglieri che poi presero il potere. Il segreto è il rispetto delle realtà locali e l’osservanza dei protocolli internazionali, dando continuità al servizio anche in situazioni a rischio.

Il mondo è un posto meraviglioso perché ci sono belle persone, tra queste i Colleghi (Caminiti ne fa parte) e i Collaboratori che rispondono agli appelli di Andrea - assorbendone la passione - e tutti gli amici che sostengono il Progetto per continuare a regalare sogni.

Quello che cambia la vita è la vicinanza, la partecipazione alle difficoltà che fa sentire queste persone importanti, dopo essere state considerate maledette: ritornando ai loro villaggi sono dei miracolati e tenuti in grande considerazione.

A Caminiti, che apre gli interventi ringraziando per la coinvolgente relazione e per tutto quello che riesce a fare, Andrea chiarisce che il decorso post-operatorio è ora seguito da Equipe concatenate, aiutate da personale locale, che riescono a dare continuità di servizio, compresa la riabilitazione alla parola.

Risponde poi a Roncoroni, Corengia e Collina: il sogno nel cassetto, oltre alla centrale fotovoltaica che è in fase di realizzazione, è l’aspetto formativo con l’organizzazione di corsi. C’è poi l’idea di sostenere il percorso di un laureato locale per consentirgli di diventare direttore della struttura. Il logo rappresenta un labbro di profilo, un po’ incompleto: l’interruzione non da fastidio e capovolto diventa un cuore. Le malformazioni del viso sono un difetto che colpisce un bimbo su 1000, nel mondo, con punte maggiori in paesi a basse risorse con problemi di nutrizione e consanguineità. Se s’interviene nei primi sei mesi di vita i risultati sono validi. C’è poi una campagna di prevenzione con acido folico, che riduce del 70% la spina bifida e del 20% la labiopalatoschisi.

Con il saluto finale di Fulvia, sinceri ringraziamenti ad Andrea per quello che fa: una grande Persona, un vero Rotariano!

Angela Corengia

 

Prossimo Evento


"Teatro e Scienza"
Inizio: 20.09.2017, 20:00
Luogo: Teatro Sociale di Como - buffet in loco
Ettore Maiorana al Teatro Sociale

Calendario Eventi


«   Settembre 2017   »
lumamegivesado
    1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
 

Area Riservata



Bollettini

Segreteria

Lun - Mer - Ven
dalle 9.00 alle 12.00

Rossella Tondù
Tel. 031 264656
segreteria@rotarycomobaradello.it

Riunioni del Club


Tutti i mercoledì non festivi
ore 12:30


Ristorante Antica Darsena
Palace Hotel


Lungo Lario Trieste 16
22100 Como


tel. +39 03123391
fax +39 031303170


Nel caso di riunione effettuata in giorno o ora diversi, l'accoglienza ad eventuali ospiti è garantita dalla presenza di un socio, delegato dal Consiglio.