Il Carnevale di Schignano
13 Mar 2024

rotarybaradello24_schignano

 

 

RIUNIONE DEL 13 MARZO 2024


Una tradizione antica del territorio nella relazione di Gerardo Monizza

 


Al Ristorante Gesumin, il Carnevale di Schignano è stato oggetto delle relazioni di Gerardo Monizza, editore e autore di un piccolo studio sui significati del Carnevale (ha sottolineato proprio l'aspetto di un evento che coinvolge tutta la gente di Schignano) e Stefania Padrazzani, ingegnere, teatrante, ricercatrice, ma soprattutto schignanese (che ha scritto un ormai introvabile libro molto specifico sulle modalità straordinarie di un Carnevale studiato da storici e antropologi).

Riportiamo il contributo trasmesso da Monizza, che ringraziamo.

Il carnevale di Schignano, paese sulla sponda occidentale del Lario, è una manifestazione tra le più originali del nostro territorio; sicuramente tra le più antiche; certamente la più ricca di vivacità. Non è un carnevale tradizionale (insomma con mascherine e coriandoli...) benché proprio alla tradizione si ispirino i momenti più "magici" del suo lungo percorso.

E’ una rappresentazione popolare, che anima le strade del paese, nel tempo che va dalla notte dell’Epifania fino all’alba del giorno delle Ceneri.

Ecco, l'evento inizia nelle case: sono giorni di lavoro, quando si preparano maschere di legno e costumi; anche giorni di divertimento nelle osterie, sempre luoghi di riunione, un tempo esclusivamente maschili ma finalmente aperti anche al mondo femminile.
Stefania Pedrazzani ha portato abiti (preziosissimi) e maschere e altri oggetti (campanacci e pizzi) che vanno a decorare i costumi indossati nelle varie sfilate.

Il Carnevale di Schignano è antico (ma non si sa quanto) e ricco di significati. In particolare, si mettono in scena ricchezza (i bej: riccamente vestiti, con pance enormi, cappelli piumati e colorati) e povertà (i brüt: una tuta da lavoro, una vecchia valigia vuota, una seggiola per riposare...) sotto il controllo della sigurtà (ovvero la "legge"). Ora è uno spettacolo aperto al pubblico; un tempo era una rappresentazione destinata agli abitanti del paese che, di anno in anno, potevano assumere, in maschera, anche ruoli differenti. Non esiste un copione; non si segue un vero schema; c’è una sorta di canovaccio non scritto trasmesso oralmente, che spiega come i personaggi si debbano muovere; tutti sono “muti” tranne la ciòcia (che brontola da mattina a sera ed è interpretata da un maschio). 
Poi c'è il Carlisèp, un fantoccio appeso ad un balcone, un poco inquietante e talvolta deriso. Non avendo un’anima, finisce male, ovvero “in cenere”, nella notte che apre alla Quaresima, tra fiamme (purificanti?), grida divertite e bicchieri di vino.

Gerardo Monizza

 

Prossimo Evento


"PASSAGGIO DELLE CONSEGNE"
Inizio: 26.06.2024, 20:00
Luogo: Ristorante del Golf di Villa D'Este - Via Cantù ,23 - Montorfano
Passaggio delle consegne tra Mariangela Ferradini presidente uscente e Daniele Roncoroni presidente entrante.

Calendario Eventi


«   Giugno 2024   »
lumamegivesado
     1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30

Area Riservata



Bollettini

Segreteria

Lun - Mer - Ven
dalle 9.00 alle 12.00

Rossella Tondù
Tel. 031 264656
segreteria@rotarycomobaradello.it

Riunioni del Club


Tutti i mercoledì non festivi
ore 12:30


Ristorante Antica Darsena
Palace Hotel


Lungo Lario Trieste 16
22100 Como


tel. +39 03123391
fax +39 031303170


Nel caso di riunione effettuata in giorno o ora diversi, l'accoglienza ad eventuali ospiti è garantita dalla presenza di un socio, delegato dal Consiglio.